Sei qui: Home » Guida » Visitare Roma a Capodanno in 96 Ore

Visitare Roma a Capodanno in 96 Ore


Un itinerario che ripercorre tutta la storia della città, dalle rovine antiche alla Roma barocca, dal Vaticano a Trastevere, passando per le vie dello shopping fino a toccare l’avveniristica zona dell’Eur.

 

 

PRIMO GIORNO

 

PERCORSO: Dal Colosseo a Piazza di Spagna

DA VISITARE: Colosseo – Foro Romano – Piazza del Campidoglio – Pantheon – Piazza Navona – Fontana di Trevi – Piazza di Spagna

DESCRIZIONE: Si parte dal Colosseo, 2000 anni di storia e questo monumento rimane sempre il simbolo di Roma per eccellenza. Acquistandola Roma Passeviterai di dover fare una lunga coda. A pochi passi dal Colosseo, sulla destra, ecco l’Arco di Costantino il più famoso arco di trionfo romano e poco più avanti il Palatino.

 

Proseguendo su via dei Fori Imperiali si arriva al Foro Romano l’antica piazza di Roma, mentre dall’altro lato della strada è possibile apprezzare l’area dei Fori Imperiali.

 

Poco più giù, dopo via dei Fori Imperiali e piazza Venezia, si giunge a Piazza del Campidoglio, centro dell’istituzione comunale dal XII secolo. Dalla splendida piazza progettata da Michelangelo puoi accedere agli splendidi Musei Capitolini, i più antichi del mondo.

 

Scendendo dal Campidoglio puoi facilmente raggiungere, passando per via del Corso, il Pantheon, uno dei capolavori più impressionanti dell’architettura di tutti tempi, antico tempio dedicato a tutti gli dei.

 

A poca distanza dal Pantheon, in direzione del Tevere, trovi una delle piazze più scenografiche di Roma barocca: Piazza Navona.  La piazza assunse la sua fisionomia attuale in epoca barocca conla Fontanadei Quattro Fiumi del Bernini,la Chiesadi Sant’Agnese in Agone e Palazzo Pamphilj, alle quali collaborò il suo “rivale” Borromini”.

 

Tornando indietro verso via del Corso scoprirai altri due luoghi famosi in tutto il mondo: Fontana di Trevi e Piazza di Spagna.

 

L’effetto spettacolare della Fontana di Trevi non si scopre gradualmente, nessuna delle strade che vi conducono è infatti in asse con la fontana stessa. E’ il rumore dell’acqua a suggerirne la vicinanza, ma poi ci si arriva all’improvviso, ed è come se un sipario venisse sollevato davanti ai nostri occhi con un effetto di sorpresa che non stanca mai.

 

Piazza di Spagna, invece, situata in una delle zone più eleganti ed esclusive del centro storico, ti incanterà con la sua maestosa scalinata, progettata nel 1700 da Francesco De Sanctis.

 

 

 

SECONDO GIORNO

 

PERCORSO: Da Città del Vaticano a Trastevere

DA VISITARE: Città del Vaticano – Castel Sant’Angelo -Trastevere

DESCRIZIONE: Il secondo giorno del nostro itinerario comincia con Città del Vaticano, con la splendida Basilica di San Pietro che domina lo sguardo del visitatore sin dall’inizio di via della Conciliazione.

 

Nessuna fotografia può rendere l’impatto sul visitatore della vastità dell’edificio, dello splendore delle decorazioni e delle opere d’arte che contiene. Una volta qui, non dimenticare di visitare i Musei Vaticani e le loro immense ricchezze artistiche, frutto di secoli di collezionismo e commissioni papali.

 

Percorrendo via della Conciliazione si giunge a Castel Sant’Angelo, la fortezza dei papi edificata nel Medioevo sui resti della tomba dell’imperatore Adriano (II sec.d.C).

 

Da qui ti consigliamo di proseguire verso la zona di Trastevere, l’ideale per una passeggiata tra vicoli, piazze e colori che conservano ancora oggi un carattere autenticamente romano. Trastevere offre una grande varietà di ristoranti e locali in cui fermarsi per passare un’allegra serata.

 

 

 

TERZO GIORNO

 

Fuori città:

PERCORSO: Dagli Scavi di Ostia alla Centrale Montemartini

DA VISITARE: Scavi di Ostia Antica – EUR – Centrale Montemartini

DESCRIZIONE: Dal momento che hai qualche giorno in più, ti consigliamo di uscire dal centro storico di Roma e di fare un salto agli Scavi di Ostia, un’occasione unica per completare l’immagine della città antica e conoscerne l’aspetto della vita quotidiana, altrimenti difficile da individuare tra i grandi monumenti pubblici della capitale.

 

Al ritorno dagli Scavi di Ostia puoi scendere ad una delle fermate prima di Porta San Paolo per fare una passeggiata all’EUR, alla scoperta del volto più moderno della città, dove si percepisce un’atmosfera unicamente surreale e metafisica.

 

Da qui, spostandoti nel quartiere Ostiense, fai un salto alla Centrale Montemartini, un riuscito esempio di recupero archeologico industriale, uno degli esiti più originali e sorprendenti della coesistenza di antico e moderno a Roma.

 

 

 

QUARTO GIORNO

 

PERCORSO: Da Galleria Borghese all’Appia Antica

DA VISITARE: Galleria Borghese – Catacombe – Appia Antica

DESCRIZIONE: L’ultimo giorno è all’insegna del verde.

Si parte la mattina dalla Galleria Borghese, situata nell’omonima villa, dove potrai ammirare i capolavori di artisti del calibro di Caravaggio, Canova, Bernini e tanti altri.

 

Nel pomeriggio ti suggeriamo di fare una visita alle Catacombe dell’Appia Antica, i cimiteri sotterranei dei primi cristiani, situati al di fuori delle mura cittadine nel rispetto dell’uso antico che proibiva la sepoltura dei morti nel centro abitato.

 

Infine, una passeggiata lungo il basolato originale dell’Appia Antica è una conclusione ideale per un soggiorno a Roma e un’occasione per ritrovare ancora una volta la suggestione delle memorie storiche in un contesto naturale senza pari.